10% di sconto sui tuoi ordini! Usa il codice PZ2024

BLOG  |  B2B  |  CONTATTI

Libreria divisoria: mettila al centro. Come, quando, perché?

Libreria divisoria: mettila al centro. Come, quando, perché?

La libreria divisoria è da posizionare al centro. Risponde a varie necessità e ha caratteristiche strutturali precise. Va scelta con estrema attenzione.

Ma come deve essere una libreria divisoria? Certamente deve avere sempre una bella linea, perché la stanza ruota attorno a lei. A voi il compito di tenerla sempre in ordine impeccabile perché in una libreria divisoria tutto si espone due volte: fronte e retro. Inserire qua e là delle piante è sempre un’ottima idea, qui possono avere davvero una collocazione d’onore.

Libreria divisoria: dai spazio allo spazio

La libreria divisoria è una bella soluzione, molto diversa dalla libreria a parete. Si pone al centro dello spazio e acquista grande attenzione, ma l’ambiente dove si colloca deve avere certe caratteristiche: meglio se è spazioso e luminoso. Se avete finestre su entrambe le pareti, o un abbaino, fonti di luce davvero suggestive ma non proprio comuni, potete mettere la vostra libreria al centro senza troppi pensieri. Ma se la stanza ha fonti di luce limitate e solo da un lato, pensateci bene prima di inserirla, perché lo spazio che va a ricavarsi dietro la libreria rimarrà necessariamente meno luminoso. Niente è impossibile ma la questione va calcolata attentamente. Certo, potete comunque correggere il tutto inserendo luminarie di grande effetto e anche a scomparsa, ma va tutto progettato.

Due librerie per esempio

A questo punto vi propongo due soluzioni simili che possono sopportare anche grandi carichi di peso. Sono entrambe firmate da Cattelan Italia.

Airport, come suggerisce il nome, è una libreria aerea, leggera nell’estetica e risulta essere una buona soluzione. Poggia saldamente a terra e si fissa al soffitto, è per cui molto stabile. Divide la spazio in modo totale, ma lasciando liberi gli scaffali o parzialmente carichi, crea un intrigante dialogo nella stanza. La struttura in metallo dona un effetto quasi industriale e potrebbe spezzare la monotonia di un ambiente molto classico e formale.

In alternativa c’è Freeway, molto simile ad Airport ma diversa. Ha contenitori in metallo che si possono posizionare a seconda del gusto e degli usi a diverse altezze e in vario numero. Può dividere lo spazio in modo totale. La misura delle mensole è varia e davvero potete assemblare Freeway come meglio vi aggrada.

Librerie divisorie, ma non troppo

Se volete dare davvero movimento, se volete regalare un tocco di imprevisto e dinamicità al vostro spazio, senza dividere totalmente c’è la suggestiva libreria Spinnaker, ancora di Cattelan Italia. Direi che la foto parla da sé e non ha bisogno di ulteriori commenti…

Spinnaker, come tutte le librerie che vi ho mostrato fino a qui, volendo possono anche essere fissate alle pareti. La caratteristica unica di questo modello è la forma. Mettendo diverse librerie, una di fianco all’altra, si possono comporre figure geometriche e le librerie diventano davvero suggestive.
E se volete dividere la stanza, ma non del tutto e preferite la forma più classica della libreria c’è sempre la possibilità si sceglierne una più “minuta”. Fulham è in acciaio verniciato goffrato titanio (particolarmente resistente alla luce, alla corrosione e agli urti) ha contorni morbidi e può “fermarsi” ad un’altezza di 85 cm. Una bella alternativa per dividere, ma non troppo e avere una libreria che funzioni anche da appoggio.
La libreria contemporanea è diventata davvero un mobile adattabile. Perché è possibile acquistarla con misure e materiali personalizzati. La sua capacità di adattarsi è davvero straordinaria, ma proprio in virtù di questa capacità è ancor più importante che passiate in Showroom. La nostra architetta saprà consigliarvi e progettare al meglio… Vi aspetto al prossimo post per le librerie da romanzo!

Arreda il tuo spazio

Progettiamo insieme a te arredi belli e funzionali. Contattaci!